Adwords e la Velocità Server e Caricamento Pagina

Un nuovo parametro fa giudicare meglio la vostra campagna Adwords al buon Google: la velocità del server e il caricamento della pagina o landing page.Questa è una novità che avevo già anticipato nel mio articolo Adwords 8 euro e quando emerge dal Blog ufficiale di Adwords. In sostanza il famoso punteggio di qualità o quality score che influenza l’andamento della vostra campagna adwords e vi permette di pagare meno il cpc a parità di posizione ora sarà influenzato anche da quanto ci mette l’utente a caricare il contenuto della pagina.

Quello che di fatto accade è che chi ha un hosting più performante, e aggiungerei, delle pagine strutturate con codice più leggero, potrà accedere ad offerte più basse sulle keyword, rispetto a chi magari ha pagine di destinazione o landing page pesanti, con codice più lento a caricare.

Questa nuova presa di posizione di Google è giustificata dal fatto che gli utenti apprezzano maggiormente risorse più veloci e immediate, non sopportando di attendere troppo tempo per trovare le informazioni di cui hanno bisogno, e di questo Google si fa portavoce immettendo il principio della velocità proprio nel suo programma pubblicitario Adwords.

Chiaramente la medesima cosa ha influenze dirette nel posizionamento sui risultati naturali, dove ho visto con i miei occhi che cambiando server ad uno dei miei siti maggiormente visitati, il posizionamento per le parole chiave è nettamente migliorato e anche (mia personale opinione) forse nel cpc assegnato dal programma pubblicitario Adsense per i webmaster dei siti web (impossibile tuttavia da verificare!).

Il mio consiglio è quindi iniziare a lavorare, non solo come avevo anticipato con landing page fortemente contestuali e coerenti con le parole chiave e gli annunci testuali, ma anche adottare alcuni accorgimenti come l’utilizzo dei div e css rispetto alle table e la scelta di un hosting o di un server dedicato, il cui investimento alla lunga rientra di certo, visto il risparmio Adwords che ne consegue 😉